Nome utente:  
Password:  
Iscriviti 
Oggi è mer 27 mag 2020, 6:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
  Stampa pagina Precedente | Successivo 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: dom 12 ago 2012, 14:32 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: dom 22 feb 2009, 22:55
Messaggi: 4383
Gli acqisti sono buoni e congrui alla richiesta iniziale...grazie di descrivere i dettagli dell'installazione .
Aspettiamo ulteriori sviluppi.

_________________
Sanfilista.....Davide


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: dom 12 ago 2012, 22:02 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Se volete posso farvi qualche foto, penso che possano interessare un po a tutti (principalmente i metodi artigianali di passaggio dei cavi senza che si vedano dato che dal lato wireless ne sapete di certo di piu.

A proposito di wireless, come penso abbiate capito dagli acquisti fatti ho optato per un access point wireless per la connessione del portatile senza fili.
lo stesso Access Point presenta pure 4 porte LAN, (una delle quali usata per connettersi al ponte) che mi saranno utili per connetterci gli eventuali futuri computer fissi.

Se ci sara' il tempo (e i tubi sottotraccia) necessari per farlo penso che predisporro' pure un cavo che vada all' appartamento a fianco; so gia' che in futuro anche lui dovra' essere connesso alla medesima rete quindi tanto vale che lo faccia subito quando e' ancora tutto in fase di montaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: lun 13 ago 2012, 12:14 
Non connesso
Membro assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mer 26 mar 2008, 11:54
Messaggi: 843
Località: Taranto. '75
Paparone ha scritto:
Ciao,
se hai la possibilità di portare la corrente sul tetto dovresti avere disponibile anche la rete (o via cavo utp o via adattatore powerline)
Se puoi accedere ai tetti, e si vedono, puoi creare un collegamento punto-punto usando due antenne direttive collegate a due apparati idonei, da due Fonera di recuper, a due bullet.... c'e' di che scegliere...


Ciao,

leggo solo ora il problema posto. Condivido quanto detto sopra, da Paparone. Aggiungo anche che una bella coppia di router Tp-Link WR703n andrebbero anche bene.

Cita:
Features

Atheros AR7240 CPU (400Mhz)
Atheros AR9331 Chipset (integrated wireless)

802.11 b/g/n 150Mbps (130Mbps real)
wireless power output 20dBm - 100mW
4 MB flash memory
32 MB RAM
USB 2.0 port
Powered via micro-USB socket
Tiny form factor: 5.7cm x 5.7cm



Saluti,
4k

_________________
NAS (network attached storage) - OpenWRT - kem@blog

WiFi Router 3G/3.75G (OpenWRT)
Immagine

TWEAK DI REGISTRO PER WINDOWS 7 - hwupgrade.it


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mer 15 ago 2012, 0:01 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Gli apparati li ho gia' acquistati (peraltro l' apparato appena suggerito ha il difetto di NON essere stagno quindi sarebbe stato necessario inscatolarlo, a fronte di una differenza di spesa finale cosi' bassa avrei comunque preferito la versione direttamente da tetto!) ed abbiamo iniziato a spaccare

Le cose NON sono state semplici come si pensava, se dal lato inferiore della canna le tubature dello scaldabagno hanno dato noia solo leggermente (impedivano l' accesso del martello pneumatico al muro, ma fortunatamente tali tubature erano pure SMONTABILI ad incastro ed e' stato facile rimuoverle -previo spegnimento della caldaia per evitare che potesse partire e trasformare la cantina in una camera a gas- per poi rimettercele a buco effettuato), dal lato superiore della canna i muretti interni al sottotetto (di sostegno alle travi di legno sul quale sono appoggiate le tegole) hanno completamente impedito l' accesso alla canna.

sul tetto ci sara' da fare sicuramente un lavoro ben piu' complesso, che prevedera' la rimozione di alcune tegole, per poterla raggiungere, forarla e farci passare dentro la guaina, purtroppo durante questi lavori abbiamo scoperto che la botola del tetto aveva i coperchio rotto e per tanto faceva filtrare acqua nel sottotetto.
Ignorando temporaneamente l' installazione del router, le prime operazioni svolte sono state quelle della sua sostituzione, cosa che ha portato via tutto il tempo disponibile.

La situazione logistica e' quella che e' (decisamente mica facile!!!) pero' perlomeno permettera' di far passare il cavo di discesa dell' antenna CB (temporaneamente buttato giu' su un lato della facciata) e pure un nuovo cavo TV (dopo che il precedente, frutto di spezzoni giuntati e rattoppi riparatori da incauta rottura dei muri e relativi tubi sottotraccia, era ormai diventato un vero e proprio colabrodo da circa 20 dB di perdita murato dentro per renderlo totalmente impossibile da sostituire).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mer 15 ago 2012, 23:07 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Whoaaaaaaa...... la parte piu' difficile del lavoro e' stata fatta!!!!!! : WohoW :


Stamattina il fratellone e' salito sul tetto, lo ha scoperchiato levando alcune decine di tegole per poter lavorare piu' facilmente (oh, si, togliere e mettere le tegole e' molto piu' semplice e veloce di quel che si puo' pensare, di certo e' molto piu' semplice toglierle per poi spuntare fuori dal sottotetto che lavorare in qualche modo sopra al tetto), dopo un paio di occhiate da piu' persone (tra cui me), nonostante il pochissimo spazio disponibile si e' optato per la soluzione del foro della canna al di sotto del livello delle tegole, e' stato ovviamente un poco piu' difficoltoso da effettuare ma alla fine si e' rivelato essere la soluzione ottimale per garantire una lunghissima vita all' impianto (NB: va ricordato che tutto quello che si monta all' esterno deve essere reso stagno, e questo generalmente e' semplice e pure istintivo da attuarsi e cosi' pure protetto dai raggi ultravioletti del sole, alla grandine e al gelo, queste ultime cose notevolmente piu' difficili da attuarsi..... vi faccio notare che una normale guaina flessibile per impianti elettrici IP65 se esposta agli agenti atmosferici si fessura nel giro di due-tre anni!!!!)

tralasciando le bestemmie necessarie per fare il buco in posizione cosi' disagiata (che comunque ha fatto lui grazie al provvidenziale aiuto di un martello pneumatico di piccole dimensioni), subito dopo c'e' stato il problema del passaggio della guaina...... che logicamente NON ne voleva sapere assolutamente di entrare per piu' di un metro..... : Sad :

...... abbiamo provato con la molla tiracavi per elettricisti, ma essendo semirigida e tendente a riarrotolarsi, dentro ad un tubo di sezione paragonabile ad una canna fumaria tendeva ad attorcigliarsi.
: Sad :

usando un pesetto in piombo attaccato ad uno spago sottile le cose sembravano piu' semplici, peccato solamente che lo spago era TROPPO SOTTILE e si e' spaccato dopo essersi grattato contro alle pareti della canna, lasciando cadere il peso. : Sad :

quando tutti i tentativi sembravano essere vani, girandomi indietro ho visto il tubo flessibile dell' aria compressa che alimentava il martello pneumatico..... flessibilissimo, molto morbido, una dozzina di cm di diametro circa ma sopratutto discretamente pesante da riuscire ad entrare dentro al tubo per gravita'........ e cosi' e' stato!!!!! : WohoW :
EDIT: naturalmente il diametro del tubo e' di una dozzina di MILLIMETRI, altrimenti sarebbe un tubo della fogna e peraltro grande il doppio del tubo cavidotto che dovevo installare! : Wink :


Certo le cose erano ancora tutte da fare, tanto per incominciare il tubo dell' aria compressa NON e fatto per essere tirato ne per strusciare contro al cemento.... e' bastato qualche giro di scotch per legarlo ad una molla da elettricisti ed usarlo come guida per infilarcela dentro.......

era l' ora del passaggio del gigantesco tubo-cavidotto...... e' decisamente molto rigido, scomodo da muovere ( consiglio: srotolatelo a terra e trascinatevelo a dietro tirandolo altrimenti vi si ingarbuglia!); 6 forellini fatti tutt' attorno ad una delle estremita', filo di ferro infilato dentro ai forellini e attorcigliato assieme in modo da formare 6 tiranti che fanno a capo ad un unico filo, una vagonata di scotch da attorcigliare attorno al tubo e tiranti fino a formare una specie di "cono" che facilita lo scorrimento del tubo allontanandolo dagli ostacoli....... e poi la molla da elettricisti, fissata solidamente al filo di ferro perche' dovra' essere tirata fino quasi ad appendercisi con il proprio peso........
tira..... spingi..... molla...... ridammelo indietro per un metro..... prova a girarlo....... aspetta..... tira..... tira....... aspetta...... molla.......quanto ti manca.........
dopo un po di frasi di questo genere (comunicate via radio dal tetto alla cantina usando una coppia di PMR 446MHz) siamo arrivati a poche decine di centimetri dalla curva finale, e da li NON c'era piu' verso di andare avanti!!!! : Andry :

un altro po di tentativi, poi il fratello ha perso la pazienza ed ha detto..... "ora facciamo a modo mio", con la sua proverbiale delicatezza (????) ha preso il martello pneumatico, si e' recato in garage ed ha devastato l' ultimo mezzo metro di canna fumaria fino a liberare il tubo con le mani...... : Thumbup :

Immagine

Beh, al di la della "delicatezza" impiegata, quel che conta e' il risultato, questa e' la vecchia canna fumaria sverginata con all' interno la nuova canna fumaria in inox e il tubo-cavidotto che servira' al passaggio del cavo.
Immagine


Quasi NON ci credevo quando stavo ancora tirando per l' ultima volta..... il tubo-cavidotto e' arrivato
in cantina, ora c'e' un mega passaggio di cavi dalla cantina al sottotetto!!!!!!!!!!!!!!
Immagine

NB: in foto c'e' ancora attaccata la molla tirafili da elettricista e il "cono" di fili di ferro e scotch necessario per farlo passare dentro al tubo.


sorry, niente immagini del sottotetto, gli spazi sono scomodissimi (da 2 metri fino a poche decine di cm di altezza, con uno spesso strato di palline di LECA steso a terra a scopo di isolamento termico e assorbimento umidita', piu' che gattonarci dentro occorre pressoche' nuotare dentro alle palline) e in quello schifo ho preferito evitare di portarci la fotocamera! :-)


Confesso che e' stato un lavoro pazzesco ma finalmente c'e' un serio passaggio per i cavi...... : Blink :


To be continued.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mar 21 ago 2012, 17:47 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Mini aggiornamento:

ho approfittato dello "sbrego" fatto dal fratello in garage per ficcarci dentro qualche altro tubo aggiuntivo, come al solito i tubi vuoti sottotraccia NON fanno mai male (quando spaccate per fare passare un tubo vi consiglio caldamente di ficcare dentro alle tracce e ai buchi quanti piu' tubi potete; il lavoro aggiuntivo e' minimo ma in un imprecisato futuro vi potranno salvare un bel po di fatica) quindi ho rattoppato il buco con cemento rapido, gli ho dato una mano di bianco e ho montato una cassettina di derivazione opportunamente segata sul fondo.

Immagine

ho poi intercettato il tubo che porta al suo interno il cavo TV-SAT, l' ho troncato, ho modificato il suo percorso in modo da portarlo dentro alla cassettina, sfruttero' parte del suo tubo per far passare il cavo LAN e il cavo TV-Terrestre e in cambio gli offriro' uno dei tubi passanti in garage per poter raggiungere il quadretto di distribuzione TVSAT senza passare per l' esterno come faceva in passato; con questo passaggio ho eliminato una guaina flessibile, qualche spezzone di tubo rigido e qualche curva-giunzione ormai logore causa agenti atmosferici!


Gia' infilata la molla in tutti i tubi della cantina, ora si attende il momento propizio per tirare dentro i cavi LAN, CB e TV dentro il tubo-cavidotto (no, no, no...... di andare nel sottotetto adesso proprio NON se ne parla, e' roba da svenire per il caldo).


Il dubbio e' questo:

il POE dove lo metto???

Ipotesi A: nel sottotetto, a 3 metri di cavo dalla nanostation (rete elettrica presente, quella del centralino di antenna TV).
Ipotesi B: in cantina, vicino a questa scatoletta, a 20 metri di cavo dalla nanostation (rete elettrica presente, quadro della caldaia).
Ipotesi C: in cantina, a meta' percorso dove vorrei mettere uno switch per suddividere la LAN in futuro, a 25 m di cavo dalla nanostation (rete elettrica presente, cassetta di derivazione).
Ipotesi D: accanto al router ADSL, poco piu' di 30 metri di cavo (rete elettrica presente per alimentazione PC, eventualmente anche sotto UPS).

Premetto che il cavo e' un UTP Cat5e da 4 soldi, temo che faccia cadere un po troppa tensione, ma dall' altro canto vorrei pure poterlo resettare da remoto (ma se proprio NON e' possibile il reset remoto, poco male, stacco la corrente a tutto il piano di sopra, tanto il centralino TV e' alimentato da quella linea........) : Chessygrin :


work in progress.....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mar 21 ago 2012, 21:33 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: dom 22 feb 2009, 22:55
Messaggi: 4383
Bella descrizione Tesla, ....un conto a dirla e un conto a farla poi---.
Da sognatore guide in più fanno già pensare .... ovvio approfittare dei lavori.
POE : Il reset si fà da remoto o comunque il riavvio del dispositivo....piuttosto che l'interruzione di alimentazione in casi più o meno gravi saresti comunque costretto a raggiungere
il dispositivo ed agire sull'apposito foro con pulsantino interno per resettare a default...... tipico del passato recente anche passare cavo dedicato se il device fosse su palo alto.....da smanettoni ovviamente.
Se puoi quindi il POE tienilo vicino ed eviti calcoli inutili in ogni caso sarebbe lo stesso da questo punto di vista, d'altra parte avere sempre a portata di mano non sarebbe male e sono sicuro che non avresti nel caso problemini di cadute di TENSIONE.

_________________
Sanfilista.....Davide


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mar 21 ago 2012, 22:21 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Correggimi se sbaglio (forse ho capito male):

il distacco e riaggancio dell' alimentazione fa il reboot della macchina, il pulsante di reset presente sull' apparato invece riporta il macchinario ai default di fabbrica, giusto?

E invece il pulsante di reset sul POE che cosa fa?
esegue il reboot stile spegni-riaccendi oppure fa anche lui qualcosa di piu' come fosse il pulsante di reset dell' apparato?


In effetti fare passare i fili in una villetta di vecchia costruzione che nel corso dei decenni ha subito varie modifiche elettriche, idrauliche e murarie (prima modifica tra tutte..... in origine era solo un piano + cantina, successivamente gli e' stato aggiunto un piano in piu!) significa doversi gestire impianti di vecchia concezione misti a numerosissimi rappezzi, modifiche e retrofit posticci..... mica facile trovare dei punti di passaggio gia' pronti, bisogna crearseli ogni volta avendo cura di aggiungerne sempre degli altri per usi futuri.......

Finora per le modifiche al piano terra il trucco e' sempre stato quello di rompere un pezzetto di muro, quindi rimuovere una piastrella e forare la soletta fino a raggiungere la cantina, poi una cassettina, un po di cemento rapido, un po di stucco, una piastrella nuova e un po di tempera bianca
e nessuno si accorge piu' dello sbrego eseguito, in cantina poi si prosegue con i classici tubi rigidi a vista montati a soffitto, molto economici e facili da piazzare dove servono...... ormai il soffitto della cantina e' una ragnatela di tubi, ma va detto che tutto l' impianto di riscaldamento passa cosi, 3/4 dell' impianto idraulico e fognario e' stato rifatto e passa pure lui cosi, per NON parlare poi dell' impianto elettrico con fili sottilissimi e marci, rifatto da zero passando quasi tutto dalla cantina..... gia' che c'ero ho piazzato pure un serio impianto telefonico e successivamente la LAN e l' antenna SAT; onestamente tutti questi tubi a volte vengono pure comodi per appenderci su roba lunga (cosi' da riuscire a fare magazzino di rottame anche a soffitto!!!!) :-)


CMQ, come dico sempre, un lavoro fatto bene e' un lavoro destinato a durare a lungo ed andare sempre bene.
in questo caso, soluzioni provvisorie a base di collegamenti wireless o powerline sarebbero si stati piu' semplici e veloci ma rischiavano solo di aggiungere possibili problemi, instabilita' e rallentamenti futuri, meglio il cavo LAN (cosi' peraltro ci passo pure i cavi di antenna TV e antenna CB)

A proposito di powerline e di CB...... ma lo sapete che gli adattatori powerline disturbano pesantemente le ricetrasmissioni radioamatoriali in banda HF e CB???

NON e' molto leale impedire l' utilizzo di una tecnologia precedente a qualcuno solamente perche' vogliamo navigare in internet e NON abbiamo voglia di far passare un cavo in casa.....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mer 22 ago 2012, 10:31 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: dom 22 feb 2009, 22:55
Messaggi: 4383
Si, hai ragione sul POE originale dovrebbe essere previsto il reset da remoto....di solito uso poe autocostruiti, quindi non ne sono certo al 100%....da informarsi meglio o provare sul campo.
Non avevo ancora sentito parlare di disturbi introdotti dalle Powerline, sinceramente è un problema non di poco conto, sarebbe da investigare meglio ma visto che usano un sistema a frequenze piuttosto basse ad onde convogliate, forse si risolve filtrando sull'alimentazione degli apparecchi hf.
Serissimo invece sarebbe il sussistere di emissioni spurie , armoniche ecc a RF.

_________________
Sanfilista.....Davide


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mer 22 ago 2012, 12:50 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Quello del reset su POE e' un dettaglio importante che mi devo controllare per benino sul manuale (appena mi arriveranno gli apparecchi in questione) perche' potrebbe influenzare la modalita' di installazione....
Peraltro su vari siti ho visto che la ubiquiti ha sia POE a due pezzi (alimentatore 15Vcc + DC inserter su R45 separati) che POE monoblocco (una scatolina con ingresso 230V da una parte e due RJ45 dall' altra).
Vi faccio sapere quale versione di POE mi arrivera', e cosa fa quel pulsante di reset.


Quanto alle onde convogliate, il problema e' reale ed e' piu' complesso di quel che si possa pensare:

Tanto per incominciare, occorre distinguere le onde convogliate degli interfoni per ufficio, i baby monitor e degli apparati per la domotica da quelle degli estensori di LAN:

i primi ed i secondi devono veicolare sui cavi elettrici la voce della segretaria o il pianto di un bambino, si tratta di informazioni gia' di per se aventi una banda passante piuttosto ristretta (la voce di una cantante lirica si estende per una quindicina di kHz, la voce femminile normale decisamente meno e quella maschile ancora meno) che viene ulteriormente ristretta mediante appositi filtri per lasciare passare solamente la parte piu' utile dell' informazione (le parole, il pianto del bambino) tagliando via tutta la parte aggiuntiva (le sfumature piu' sottili del tono di voce) che contribuirebbero solo a rendere la voce piu' naturale e piu' facilmente distinguibile ma al contempo consumerebbero moltissima banda passante in piu e pure una grossa fetta della potenza disponibile dal trasmettitore....... per questi motivi l' informazione viene tagliata grossomodo a 3 kHz (qualita' telefonica) che rappresentano il giusto compromesso tra comprensibilita' del parlato, facilita' di riconoscimento di una persona dal tono di voce e risparmio di banda passante e potenza.

ebbene, ora che abbiamo solamente 3 kHz da fare passare, scegliamo una modulazione "facile" (AM o FM che pero' hanno lo svantaggio di occupare una banda passante doppia rispetto al segnale da trasmettere, quindi 6kHz), scegliamo pure una frequenza portante ottimale (che sicuramente per il dovra' essere di frequenza almeno il doppio della max frequenza modulante, quindi almeno 6kHz, ma che nella pratica deve essere ben maggiore altrimenti risulta poi molto difficile riuscire a fare dei filtri di banda abbastanza stretti da poterle separare tra di loro) ....... per esigenze che esulano dalla teoria della modulazione e rientrano nella particolarita' del mezzo trasmissivo utilizzato (una linea elettrica, con piccoli, medi e giganteschi induttori in parallelo, sono rispettivamente i piccoli e medi motori e trasformatori che sono interni alle apparecchiature che utilizziamo e l' enorme secondario del trasformatore della cabina di media, cavi NON schermati che fanno i giri piu' strani, carichi resistivi a go-go, e pure filtri antidisturbi con condensatori da ogni parte) alla fine risulta che la frequenza portante che offre le prestazioni migliori in termini di facilita' di reiezione ai disturbi e minore attenuazione possibile risulta essere attorno a qualche centinaio di kHz.
ora, a 200 kHz di frequenza, la lunghezza d' onda risulta essere 1,5 kilometri, una lunghezza tutto sommato paragonabile alla lunghezza delle linee elettriche, ma va detto che le linee elettriche hanno un filo di andata e un filo di ritorno, e la PLC invia dati su entrambe le linee, sfasandoli di 180°
finche il filo di andata e il filo di ritorno corrono paralleli tra di loro, il campo elettromagnetico che viene generato da un filo viene automaticamente cancellato dal campo elettromagnetico generato dall' altro filo (i campi sono esattamente uguali, ma invertiti di fase) impedendo l' irradiazione di disturbi.
nei punti nei quali i fili di andata e di ritorno NON corrono piu' paralleli (l' esempio classico e' la solita lampadina, che prende il filo neutro dalla cassettina di distribuzione piu' vicina e il filo di fase dalla cassettina che contiene l' interruttore, normalmente piu' distante) sussiste invece irradiazione di disturbi, ma fortunatamente questi loop nei quali i fili risultano essere spaiati sono generalmente lunghi al massimo una decina di metri (quindi molto corti rispetto alla lunghezza d' onda utilizzata, sono si delle antenne ma fortunatamente delle PESSIME antenne con una irradiazione veramente minima)
http://www.lucianomarroccu.com/un-p%C3% ... dulazione/

Se parliamo di apparati del terzo tipo, ovverosia apparati di domotica che utilizzano le onde convogliate, il discorso e' leggermente diverso (si usano modulazioni digitali, diverse dall' AM o FM) ma in ogni caso la banda passante delle informazioni da trasmettere e' di pochi kHz, la portante puo' essere di frequenza bassa a piacere (comunque doppia rispetto alla banda della modulante), si lavora sempre qualche centinaio di kHz e il discorso prima descritto rimane valido

Nel quarto caso parliamo di tecnlogie PLC per trasmissione dati a largabanda.
In questo caso l' informazione da trasmettere ha banda passante estremamente larga, NON vale la pena trasmetterla singolarmente con metodi tradizionali (perche' se trovasse un punto qualsiasi della banda disturbato o fortemente attenuato questo comprometterebbe completamente il collegamento), si preferisce spezzettare l' informazione in numerosissimi pezzi (ciascuno con banda passante limitata) e trasmetterli ciascuno su una porzione di banda differente (insomma, su vari canali di frequenza diversa).
qualora qualcuno di questi canali dovesse risultare fortemente attenuato o disturbato, le due apparecchiature si mettono d' accordo tra di loro per saltare questi canali incriminati (diminuendo la banda passante totale ma garantendo comunque il collegamento con una banda passante pari alla somma delle bande dei canali che si riescono ad utilizzare), tutto cio' in maniera totalmente trasparente all' utente.

ebbene, questo comporta il fatto che il trasmettitore irradi centinaia di portanti, tutte a frequenza differente tra di loro che possono variare da frazioni di MHz fino a molte decine di MHz (anche molte centinaia negli apparati di ultima generazione ad alta velocita'), e li spari dirette sui fili di linea!
Per peggiorare ulteriormente le cose, visto che la linea a tali frequenze presenta una attenuzione notevolmente maggiore rispetto alle frequenze utilizzate dagli interfoni, per riuscire fare arrivare il segnale dall' altra parte il TX e' costretto ad aumentare la potenza d' uscita...... e se ci sono di mezzo magnetotermici o simili deve aumentare ancora di piu'........
Ve li ricordate i famosi loop delle lampadine di cui parlavamo prima?
ebbene, 10 metri di filo fanno giusto un bel loop in 1/4 d' onda in 7,5 MHz, una ottima antenna insomma per una delle frequenze che emette il PLC..... ma comunque una antenna discretamente valida anche per moltissime altre delle frequenze che emette......
Quasi ogni lampadina ha il suo loop, ognuno con lunghezze differenti tra di loro (peraltro che variano muovendo gli interruttori!), quante lampadine ci sono in casa???? ecco una marea di antenne efficienti entro uno spettro molto ampio di frequenze che vanno ad irradiare tutto cio' che spara fuori il nostro PLC.

In alcuni paesi i PLC sono illegali, in altri paesi e' permesso l' uso ma l' utilizzatore ha l' obbligo di prendere provvedimenti tecnici atti ad eliminare le interferenze radioelettriche qualora qualcuno segnali questo problema
(NB: i provvedimenti tecnici nel 95% dei casi consistono nell' eliminare la PLC e tirare un cavo LAN, perche' e' alquanto piu' difficile ed oneroso schermare l' intero impianto elettrico), in altri ancora, come in italia, l' uso e' permesso senza restrizioni purche' NON vadano ad interferire con servizi radioelettrici militari-statali-aeroportuali.
(i radioamatori, cosi' pure gli ascoltatori di radio private, si attaccano al tram!)

Per evitare possibili disguidi con radioamatori, anche se teoricamente NON avete l' obbligo di farlo vi suggerisco caldamente di eliminare immediatamente le PLC qualora qualcuno ci segnali che stanno causandogli disturbi perche' di fatto una semplice PLC potrebbe arrivare ad impedire completamente lo svolgimento del proprio hobby ad un CB o radioamatore; tralasciando il rischio di ripercussioni piu' pesanti (e legalmente perseguibili) un radioamatore e' perfettamente in grado, pur rimanendo nel limite della legalita', di disturbarvi cosi' tanto da rendervi impossibile la visione della televisione nonche' l' utilizzo della PLC....... (e mi spiace, lui se rimane nei limiti di legge ha tutto il diritto di trasmettere, siete voi che dovete rifarvi l' impianto d' antenna perche' quello che avete NON regge l' IMD e cosi' pure l' impianto elettrico perche' NON e' schermato e fa entrare disturbi che impediscono l' uso delle PLC!!!)

A volte basta un po di buon senso, se un radioamatore disturba il vostro TV e glielo segnalate, normalmente vi fornisce dei filtri o mette le mani sul vostro impianto d' antenna per ridurre l' IMD, pur sapendo che e' compito vostro farlo, cercate di fare la stessa cosa anche voi se un radioamatore vi segnala disturbi dalla PLC..... potreste farvi pure aiutare da lui a fare passare il cavo LAN....

suggerisco di leggere questo forum:
http://tech.groups.yahoo.com/group/UKQRM/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: ven 24 ago 2012, 13:34 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: dom 22 feb 2009, 22:55
Messaggi: 4383
Ottima relazione....anche se stiamo andando ovviamente abbastanza in OT ma non fà mai male approfondire.
Resta da vedere nel particolare delle Powerline quali problemi reali hai riscontrato o hai rilevato da altre fonti.
Certo è che le norme che regolano questi problemi sono spesso poco adeguate o forse poco rispettate e forse quasi per nulla controllate .....alla fine il discorso del buon senso da ambo le parti resta un consiglio veramente serio visto lo sviluppo e l'utilizzo attuale di tecnologie wireless sempre più diffuse, basti pensare ai classici extender audio-video che abbiamo visto in qualche caso comportarsi quasi come dei veri e propri jammer ...a volte con raggio d'azione non proprio limitato.

_________________
Sanfilista.....Davide


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: mer 26 set 2012, 23:00 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Personalmente NON ho avuto problemi con le powerline, ormai il CB lo uso ben poco e in ogni caso qui in zona sembra che vicini di casa con PLC siano assenti (anzi, un po di mesi fa un vicino mi ha chiesto un aiuto per crimpare dei cavi ethernet che si era tirato), ho avuto tuttavia problemi con le lampade alogene con trasformatore elettronico (risolti mettendo condensatori di filtro sulle lampade) nonche' problemi di disturbo del CB verso i televisori ed i telefoni (risolti in parte mettendo un filtro sul CB e completamente mettendo pure dei filtri su TV e linee telefoniche).

concordo al 110% che la migliore tecnologia per ridurre i disturbi sia IL BUON SENSO.


Back to topic.

gli apparati per il ponte sono arrivati 3 settimane fa, l' access point casalingo 2 settimane fa.
compatibilmente con il tempo e gli impegni del fratello la settimana scorsa siamo riusciti a finire il lavoro.
l' Access Point nanostation loco M5 e' finito sul tetto sul palo dell' antenna TV, il suo POE (SENZA pulsante di reset!) e' finito appiccicato al muro
in cantina vicino alla caldaia, il client nanostatio loco e' finito a muro sul balcone e il suo POE e' finito in casa appoggiato sopra ad un
mobile assieme all Access Point AirRouter, qualche spezzone di canalina rettangolare ed una calza raccoglicavi flessibile hanno nascosto i fili e
reso gradevole alla vista l' installazione.

usando 17dBm di potenza con l' antenna integrata di 13dBi (=30dB ERP, massimo ammissibile in italia) e canali con banda passante
40 MHz il link era stabile ma aveva solamente un numero variabile tra i 5 ed i 10 dB di rapporto segnale/rumore con tempo buono
e ventoso (la fluttuazione era sincronizzata con le folate di vento, erano gli alberi che oscillavano!).

Mi faceva paura un margine cosi' risicato cosi' ho dapprima tirato su la potenza a 23dBm (=36 dB ERP o 6 Watt che dir si voglia),
poi, con calma, ho pensato a soluzioni alternative:

Sul sito della ubiquity tra le possibilita' di miglioramento del collegamento suggerivano di abbassare la banda passante dei canali per aumentare l' affidabilita' del collegamento..... direi che e' un consiglio che ha senso perche' cosi' facendo la potenza disponibile in trasmissione viene concentrata entro una banda piu' ristretta, senza contare che la sensibilita' del ricevitore aumenta per la diminuzione
del rumore di fondo...... sempre sul medesimo sito facevano presente che le bande passanti di 40 e 20 MHz sono standard (per tanto
qualunque altro apparato di altre marche puo' essere in grado di stabilire un collegamento), le bande altre bande (10, 8 e 5 MHz) invece
NO, solamente un altro apparato di marca Ubiquiti puo' essere in grado di agganciarle, in poche parole era come se mi dicevano "per fare
un collegamento privato ancora piu' sicuro usa una di queste bande passanti!" e cosi' ho fatto; per ovvie ragioni di privacy ho scelto pure di usare una crittografia WPA2-AES con una chiave impossibile, di nascondere l' SSID della stazione, di agganciare sia l' Access Point che il client all'
IP e al MAC del suo corrispondente, di proteggere con password l' accesso configurazione degli apparecchi...... credo che un eventuale wardriver trovi pane per i suoi denti : Chessygrin :

Questo e' il risultato di tutto cio:

Immagine


L' immagine e' stata acquisita Oggi, con tempo piovoso durante un momento di lieve pioggerella senza vento e mostra un lusinghiero
32dB di margine tra il segnale e il rumore.
Sempre oggi, durante una pioggia di media intensita' ho registrato oscillazioni di circa 10 dB sincronizzate con il vento, ancora una volta
erano gli alberi davanti che oscillavano!!!

E' tutto, anche se la velocita' di connessione e' un po bassina, io credo che comunque ci siamo, voi che ne pensate?

NB: gli Ubiquiti sono stati proprio un ottimo consiglio, e' la prima volta che trovo degli apparati di rete completamente configurabili, cosi' tanto ricchi di funzioni aggiuntive (c'e' pure l' analizzatore di spettro!!!!) e in contemporanea cosi' facili da configurare.

NB2: la configurazione di tutti gli apparati si puo' fare da remoto da qualunque punto della rete senza problemi.

NB3: e' normale perdere la connessione quando si applicano le modifiche effettuate e vi faccio notare che se settate i canali a 10, 8 o 5 MHz di banda passante il tempo necessario perche' il collegamento ritorni su sia molto superiore rispetto al tempo necessario per ristabilire il collegamento a 20 o 40 MHz (circa 60-100 secondi contro i 10-15 delle bande standard!), evitate di farvi prendere dal panico! :-)

NB4: in ogni caso il firmware e' dotato di una comodissima funzione che permette di PROVARE una configurazione per un tempo prestabilito; questo fa ritornare in automatico l' apparecchio alla configurazione precedente (che si presume essere funzionante) se entro
300 secondi NON si preme il pulsante di conferma configurazione; inutile dire che viene molto comodo nel caso si perda il collegamento
con una stazione remota a causa di una teleconfigurazione sbagliata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: gio 27 set 2012, 21:00 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: dom 22 feb 2009, 22:55
Messaggi: 4383
Hai fatto come sempre una descrizione e delle considerazioni utilissime....ivi compreso il conteggio dei secondi.
Benchè ci sia altro hardware forse ancor migliore da consigliare (Mikrotik ad es.) il prezzo/prestazioni/ ... è attualmente più ingombrante anche per le licenze (solo la dalla 4 hai la funzione Access Point) che vengono poi pagate direttamente sul prezzo dell'hardware , qualcuno più in vena ma con scopi diversi dal creare una rete a basso costo con semplicità e pochi sbattimenti considera quasi logico il passaggio a versioni Firmware basato su Openwrt (magari calibrata ad Hoc con le proprie necessità) sui prodotti Ubiquiti e gli altri compatibili ma non ho comunque dubbi sulla funzionalità neanche col software originale.
Le foglie sono sempre state lì...eppoi cresceranno , cadranno, con calma seguendo il segnale e il throughput della rete potreste arrivare anche a sentirne il fruscio, questo vuol dire osservare.

_________________
Sanfilista.....Davide


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: gio 27 set 2012, 21:42 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Cita:
Le foglie sono sempre state lì...eppoi cresceranno , cadranno, con calma seguendo il segnale e il throughput della rete potreste arrivare anche a sentirne il fruscio, questo vuol dire osservare.


Speechless!!! : RedFace :


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collegamento facile-facile!
MessaggioInviato: dom 11 nov 2012, 16:43 
Non connesso
Semi-apprendista

Iscritto il: lun 30 lug 2012, 18:38
Messaggi: 52
Rapido aggiornamento della situazione:

Oggi il ponte ha compiuto i suoi primi 50 giorni di funzionamento.
per ora NON ci sono mai state cadute, rallentamenti, disservizi o quant' altro, il collegamento e' rimasto ininterrotto per 50 giorni,
24h/24, e' stabile quanto un cavo LAN! : Thumbup :


Oggi il tempo e' pessimo, il segnale balla in continuazione dai -69 ai -72 dBm con livello di rumore fisso a -92dBm, il tutto corrisponde ad una velocita' di connessione ballerina tra i 9 ed i 30 Mbps sia in TX che in RX (la velocita' di trasferimento sale e scende nel giro di pochi secondi) e varia anche sensibilmente tra RX e TX, provando a inviare un file mentre se ne riceve un altro -ovverosia provando entrambi i sensi contemporaneamente- si ottiene una velocita' media di 21 Mbps sia in un senso che nell' altro; la velocita' di trasferimento rimane pressoche' invariata se al posto di inviare e ricevere i files in contemporanea faccio la prova separatamente prima uno e poi l' altro. : Thumbup :

Nel frattempo, grazie alla nuova discesa del cavo coassiale ho finalmente potuto sostituire la vetusta antenna TV, in compenso lo "sbrego" nel muro del garage fatto dal fratellone e' rimasto TEMPORANEAMENTE cosi' in attesa che qualcuno si prenda la briga di tapparlo......... : Blink :

Che dire, soddisfattissimo! : Chessygrin :


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron




Copyright © 2007 by saverioweb feat. BigDaD.