Nome utente:  
Password:  
Iscriviti 
Oggi è lun 6 apr 2020, 7:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
  Stampa pagina Precedente | Successivo 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 10:57 
Non connesso
noob

Iscritto il: mar 23 giu 2015, 1:49
Messaggi: 6
Buongiorno a tutti, ho bisogno di creare un collegamento wifi tra 3 edifici, ma con condizioni particolari.
Infatti ho una casa nuova dove ancora non ci abito, dove intendo però attivare un nuovo piano internet, mentre altre 2 case a distanza rispettiva di 50, 100 m dove verrebbe utilizzato internet.
Attualmente quindi ci sarebbe:
Casa 1 dove non viene utilizzato internet ma è situato il router centrale.
Casa 2, distanza 50m da Casa 1, viene utilizzato internet, scarsa visibilità con casa 1.
Casa 3, distanza 100m da Casa 1, distanza 50m da Casa 2, viene utilizzato internet, visibilità con Casa 1 e Casa 2.
Ora la mia ipotesi era quella di collegare un'antenna direzionale direttamente al router casa 1 (dal momento che già possiedo questa TP-LINK TL-ANT2409A).
E qui la domanda, il router ha più antenne, è funzionale sostituirne una sola con quella direzionale? o c'è qualche controindicazione?
Utilizzare una CPE Tp-link outdoor nella casa 3, che riceve (modalità client?) e porta il segnale a un altro router interno che diffonde in casa.
A questo punto rimane Casa 2, che effettivamente potrebbe riuscire a ricevere il segnale direttamente sia dal router casa 1 che da casa 2, ma con basso segnale.
Casa 2 non ha necessità di grande velocità, se arrivano 2 MB andrebbe più che bene, basterebbe un semplice wifi range extender?
Ho un antenna omnidirezionale da 9dbi, posso metterla anch'essa collegata direttamente ad un attacco del router principale in Casa 1?
Perchè sinceramente vorrei evitare fortemente di usare altre 2 cpe per collegare da casa 3 a casa 2 per motivi economici.
Se eventualmente non si riuscisse, potrei valutare l'utilizzo di un'altra cpe come client cercando di posizionarla in una zona con visibilità giusto?
però mi servirebbe un cavo ethernet di almeno 20-25 metri, ci sono perdite o comunque c'è qualche limite a ciò?
Grazie in anticipo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 13:05 
Non connesso
Poster esperto

Iscritto il: ven 8 feb 2013, 13:53
Messaggi: 975
.... per poter dire\suggerire qualcosa,come al solito, servirebbe una piantina della "situazione".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 14:50 
Non connesso
noob

Iscritto il: mar 23 giu 2015, 1:49
Messaggi: 6
Fred ha scritto:
.... per poter dire\suggerire qualcosa,come al solito, servirebbe una piantina della "situazione".

Ciao innanzitutto ti ringrazio per la risposta, ho preparato un piccolo schemino che rispecchia la situazione descritta precedentemente.
Vorrei se possibile un'opinione anche sulla teoria del progetto, se corretta, in quanto non sono assolutamente esperto.
Grazie ancora, aspetto consigli! : Chessygrin :

schema:
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 17:13 
Non connesso
Poster esperto

Iscritto il: ven 8 feb 2013, 13:53
Messaggi: 975
Io farei così, per tutta una serie di motivi.
1) Problema economico: per quello che dici, c'è la necessità di risparmiare.Con questo schema non corri anche il rischio di adottare altre soluzioni che potrebbero portar via soldi e non funzionare.
2) La "non necessità" di avere grandi velocità nella casa2: infatti la soluzione proposta dimezzerebbe la banda, anche se lascerebbe navigare in maniera molto dignitosa;
3)Cavo ethernet di almeno 20-25 metri: non vi sono problemi, soprattutto se si utilizza un POE(cioè un dispositivo che alimenta la CPE tramite cavo Ethernet);
4) avresti sempre la possibilità di provare il collegamento diretto casa1-->>> casa2, nella speranza che un colpo di ciapètt possa farti superare quegli alberi. In questo caso vi sarebbero 2 CPE Client: casa2-casa3 su Access Point casa1 e non vi sarebbe il dimezzamento banda;

... i miei modestissimi 2 cents !!! .... ma vediamo cosa suggerirebbero altri .... : Chessygrin :
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 19:33 
Non connesso
Membro onorario

Iscritto il: mer 19 set 2012, 14:11
Messaggi: 3406
capisco le motivazioni economiche, ma questa soluzione ha diverse criticità (parola che aborro al pari di prosieguo, attenzionamento etc e che uso per una certa voluttà di degrado linguistico : Lol : )

1) il repeating dimezza la banda...e già così...
2) se in 3 puntiamo precisi a 1, con 2 avremo un link con angoli non ottimali...Idem con patate se in 3 puntiamo "in mezzo"...e avremo meno guadagno sia in tx che in rx, e diminuiranno ancora le prestazioni
3) utilizzando obbligatoriamente la frequenza 2.4 GHz, potremo essere disturbati da e disturbare i wifi dei vicini, oltre che naturalmente le due/tre reti nostre che cerchiamo di collegare (in bridging o routing che sia), diminuendo il SNR, quindi la stabilità e il data rate, e penalizzando ulteriormente le prestazioni...
4) se non ricordo male il firmware TPL, col repeating NON c'è rilancio su cavo quindi potrebbe risultare arduo servire la casa 3. A questo si potrebbe ovviare installando dd-wrt...

Detto questo, frutto ahimé di esperienze dirette e non, per fortuna e ovviamente ognuno è libero.
E siccome questi sono solo
i miei due cent

buona libertà a tutti :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 20:24 
Non connesso
Poster esperto

Iscritto il: ven 8 feb 2013, 13:53
Messaggi: 975
@gcs

1) circa i 5Ghz, ultimamente ho sentito "campane" discordanti (tutte persone con esperienze dirette d'installazione) e cioè, che avendo provato i 5gHz ed essendo rimasti un po' delusi, sono ritornati ai canonici 2,4gHz, fottendosene del "disturbare ed essere disturbati da", con cui si sono trovati decisamente meglio; n.d.r.... ambasciator non porta pena!!!

2)vero circa gli angoli non ottimali, ma vista la distanza si dovrebbe riuscire ugualmente;

3)forse ricordo male, ma io sapevo che c'era il rilancio su ethernet in Repeating Mode (a parte il discorso dimezzamento banda di cui sono conscio e di cui ho detto);

4) esiste\esisterebbe sempre la possibilità di arrivare da casa2 a casa1 in Modalità client: in questo caso, anche da casa3 a casa1 si arriverebbe in Modalità client e quindi cadrebbe il discorso Repeating;

.... il mio 1\2 cent !!! : Chessygrin :


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: dom 9 ago 2015, 22:49 
Non connesso
noob

Iscritto il: mar 23 giu 2015, 1:49
Messaggi: 6
Grazie signori per le proposte, ora credo che acquisterò il minimo dell'attrezzatura per fare varie prove quali il tentativo con la cpe client su casa 2 puntata direttamente a casa 1. Poi proverò le vostre soluzioni.
Comunque ribadisco, il fatto del repeating, a me va più che bene anche perchè io avrei comunque limitato la velocità per la casa 2, per vari motivi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: lun 10 ago 2015, 9:55 
Non connesso
Membro onorario

Iscritto il: mer 19 set 2012, 14:11
Messaggi: 3406
@fred:
1) quale pena?...che ti devo dire, ognuno ha le sue esperienze : Wink : intanto distinguiamo tra protocollo A (54 Mbps) e AN (150 Mbps per chain), bisogna vedere con quali apparati sono stati fatti questi link. Io tra l'altro per queste distanze ormai consiglio quasi sempre le nanobeam 16 (MIMO 2X2 - 300 Mbps). E poi va detto che nel wifi molto dipende dal contesto: è chiaro che i 5 GHz soffrano di più gli ostacoli, in quanto lo stesso ostacolo visto dal p.d.v. di un'onda più piccola diventa più difficile da attraversare. In interni infatti ho scritto altrove che conviene soprattutto per apparati vicini ed esosi di banda, tipicamente le NAS, altrimenti è perfettamente inutile. In esterni, dove ci sia LOS, la MIA esperienza, lavorativa e non, mi dice che i l'applicazione del protocollo N lo rende mediamente più performante del 2.4 per le ragioni succitate.
2) occhio alla lettura : Wink : non ho parlato di non riuscire, ma di setup non ottimale...(le cui ragioni si sommano alle altre)
3) dove non arriva la memoria (mia in primis) gli anglosassoni sono brutali e diretti, raccomandando di RTFM...anche se in effetti il manuale non è esplicito: la modalità WDS non ha il rilancio su cavo di sicuro, in teoria quella UR sì, ma il manuale recita "1. Collegare la porta LAN del CPE alla porta PoE del power injector. 2. Collegare l'alimentatore alla porta DC del power injector ed a una presa elettrica." quindi non fa cenno di collegare un apparato via ethernet come p.es. nella modalità client dove si legge "1. Collegare la porta LAN del CPE alla porta PoE del power injector. 2. Collegare alla porta LAN del power injector al dispositivo client. 3. Collegare l'alimentatore alla porta DC del power injector ed a una presa elettrica." (grassetto mio)
Quindi a spanne direi di NO.
4) amico mio, io analizzavo la soluzione proposta da te, che prevedeva il repeating. A me, strenuo avversario di questa buffonata, lo dici che esiste la possibilità? : Lol : Anche se, siccome molto dipende dal contesto, bisognerebbe vedere esattamente che ostacolo è, dove sta, a che distanza etc...

Io sono ambasciatore di me stesso, principalmente, e spero proprio di non portare pena alcuna, si discute e si portano le esperienze sperando di raggiungere il risultato. A me costerebbe poco fare il tifoso dell'utente che parla per ultimo, ma oltre che non essere nelle mie corde, lo trovo anche poco costruttivo :-)

@kingzela: lo so, è banale, ma appunto per quanto detto prima preferisco evidenziarlo ugualmente.
Occhio che il repeating nel setup proposto non dimezza la banda solo nel tratto 2-3 ma - per definizione - anche in quello 1-3, persino se (e non credo) si potesse fare il rilancio col cavo!
Il repeating a volte è l'unica possibilità, ma è meglio vedere se si può evitare, perché è anche meno stabile...

buona assenza di pena a tutti :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: lun 10 ago 2015, 10:21 
Non connesso
Poster esperto

Iscritto il: ven 8 feb 2013, 13:53
Messaggi: 975
gcs ha scritto:
@fred:

Io sono ambasciatore di me stesso, principalmente, e spero proprio di non portare pena alcuna, si discute e si portano le esperienze sperando di raggiungere il risultato. A me costerebbe poco fare il tifoso dell'utente che parla per ultimo, ma oltre che non essere nelle mie corde, lo trovo anche poco costruttivo :-)

buona assenza di pena a tutti :-)


.... ed infatti io col mio 1\2 cent, al contrario di te, ho sempre fatto il tifo per i tuoi 2 cents !!!! : Love : : Love : : Love :


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: mar 11 ago 2015, 12:07 
Non connesso
Membro onorario

Iscritto il: mer 19 set 2012, 14:11
Messaggi: 3406
OT (ma non troppo, visto che è un metadiscorso) @fred:
battute sui centesimi a parte, occhio che con "fare il tifo" intendevo "accettazione acritica"...solo col confronto delle idee si può sperare di imbroccare la strada giusta.
E al limite - ma questa è una mia opinione - meglio agitare fantasmi inesistenti che dire "sì bravo fai così" e poi magari funziona male o comunque meno bene di quel che potrebbe...almeno si prova a dare altri punti di vista.
Un thread dei più istruttivi PER ME, a parte quelli di asso sugli accoppiamenti d'antenna, uno di mantide sul misuratore ROS e qualche altro (tuoi compresi) sulla costruzione di antenne, è stato quello degli 80 mt NLOS, dove la mia prudenza è stata clamorosamente smentita : Chessygrin : (sia sul NLOS che sul 2.4)
Certo, sono state usate antenne da 18 dB da ambi i lati, ma adesso - e questo mi fa gioco persino nel mio lavoro! - so che non è scontato, ma è almeno possibile fare cose del genere, dove prima per prudenza professionale evitavamo di metterci in quello che vedevamo un ginepraio senza molte probabilità di riuscita.
Quindi ben vengano obiezioni e precisazioni, differenze di opinioni e quant'altro. Se espressi con simpatia e impegno, non potrà mai esserci pena alcuna :-)
p.s.: nel senso più generico di "supporter" (per stima, ammirazione e simpatia) io sono un tuo tifoso dalla prima ora :-)

@kingzela: se possibile poi facci sapere come ti sei regolato e la riuscita, così impariamo tutti :-)

buoni confronti a tutti :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ponte Wi-Fi tra 3 edifici
MessaggioInviato: mar 11 ago 2015, 12:28 
Non connesso
Poster esperto

Iscritto il: ven 8 feb 2013, 13:53
Messaggi: 975
... ho\avevo capito perfettamente "g" ..... si faceva solo per cazzeggiare, come al solito : Chessygrin : !!!
... ma lo spunto più importante di questo tuo ultimo post è:
"se possibile poi facci sapere come ti sei regolato e la riuscita, così impariamo tutti".
: Sad : Purtroppo non tutti sono disposti a dare un feedback, positivo o negativo che sia, forse per pigrizia o altro, mentre son capaci di stare davanti ad un monitor per giornate intere quando le loro necessità lo esigono, facendo domande e chiedendo delucidazioni; quasi-quasi chiederei agli admin di inserire come Regola del forum: " Dare, di Grazia, un feedback (+\-) su di un aiuto ricevuto " ;
ovviamente non è\sarebbe un obbligo, ma se tanto mi da tanto ...... !!!!

.... e come direbbe Qualcuno:Buoni feedback a tutti !!!! : Chessygrin :


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron




Copyright © 2007 by saverioweb feat. BigDaD.