Gara WiMax, a che punto siamo?

Il punto della situazione a oggi, giornata in cui si sono svolte nuove tornate di rilanci. Dalla gara definitivamente esclusi, perché ritiratisi, Wind e Toto Costruzioni.

Ricapitolando gli ultimi sviluppi della Gara WiMax in corso, il 13 febbraio si è svolta la prima fase di rilanci per l’assegnazione dei 35 diritti d’uso delle frequenze WiMax nella banda 3.4-3.6 GHz (banda 3.5 GHz). Attivi erano tutti i 26 partecipanti.

 

La cifra complessiva raggiunta era stata pari a 53.600.000 euro circa, con un incremento del +8% rispetto ai 49.700.000 euro circa totalizzati dalle offerte iniziali.

In data 14 febbraio è iniziata la fase dei miglioramenti competitivi.

Nel corso della giornata si sono svolte tre tornate di rilanci, due di mattina ed una di pomeriggio.

Alla fine della prima tornata giornaliera la cifra raggiunta era pari a  pari ad Euro 58.200.000 circa, con un incremento percentuale dell’18% rispetto alla tornata iniziale.

Alla fine della seconda tornata la cifra raggiunta era pari a Euro 60.900.000 circa con un incremento percentuale del 23% rispetto alla tornata iniziale.

Dopo la quarta tornata, si è raggiunta la cifra di Euro 64.250.000 circa con un incremento percentuale del 30%. Al momento del termine della giornata erano ancora attive tutte le aree di gara mentre risultano attivi 24 partecipanti essendo 2 non più attivi.


Il 15 febbraio si è svolta la terza giornata dei rilanci nella gara.

Tre le tornate di rilanci e due gli abbandoni illustri. Quello di Wind Telecomunicazioni e di Toto Costruzioni.
La cifra complessiva raggiunta è stata pari a 72.318.000 euro circa, con un incremento di oltre il 46% rispetto ai valori della base d’asta.


22 quindi i partecipanti attivi, che proprio oggi continuano a darsi battaglia.


Chi vincerà il primo premio?

 

Discutine sul FORUM!!!

Saluti, Savy.uhf