Il WiMax di AriaDsl

 

Reinterpretare i valori del fare business made in Italy inserendosi in uno scenario internazionale in continua evoluzione.

Il WiMax di AriaDsl diventa realtà. La società ha infatti completato i diversi adempimenti per l’ottenimento della licenza WiMax su tutto il territorio nazionale per i diritti d’uso delle frequenze per il Bwa (Broadband wireless access) messe a disposizione dal Ministero delle Comunicazioni.
L’accesso a un mercato più ampio e la possibilità di partecipare e favorire lo sviluppo del settore Tlc e Ict, la cui crescita impatta positivamente sia sul sistema economico del singolo territorio sia su quello dell’intero Paese, porta AriaDsl ad avere come obiettivo principale quello di migliorare la qualità della vita degli uomini a supporto delle attività personali e di business.
L’approccio al mercato italiano che AriaDsl ha scelto si basa sul valore aziendale della “velocità” che viene declinata in tutti gli aspetti del business: dell’offerta, dell’attivazione del servizio e del supporto nei territori in cui il digital divide rallenta lo sviluppo economico.
Un progetto così ambizioso si fonda sulla definizione di un piano tecnico e di marketing che tengano conto dello scenario internazionale, di quello nazionale e dei potenziali partner tecnici disponibili per realizzare l’infrastruttura. AriaDsl ha quindi scelto lo standard 16e, già predisposto per il WiMax mobile, come la tecnologia più adatta al mercato italiano e identificato i fornitori tecnologici in grado di supportare il piano di sviluppo della rete.
La società è inoltre consapevole che per lo sviluppo di una rete territoriale è indispensabile individuare partner autorevoli e con una presenza forte sul territorio con i quali sviluppare l’infrastruttura e il servizio WiMax. Per questo ha firmato un accordo di collaborazione con BT Italia, uno dei principali fornitore di servizi e soluzioni di comunicazione dedicato alle imprese e alla Pubblica Amministrazione.
Il deployment della rete inizierà dall’Umbria, dove sono già stati avviati “field test” reali per verificare le funzionalità del servizio, garantendo così alla “terra natia” di AriaDsl la copertura totale entro il mese di luglio.

fonte: toptrade.it

Per eventuali dubbi e/o informazioni, ricordo il [FORUM]


Articoli simili

Non ci sono corrispondenze


Tags Cloud 3D

Bookmarks

Delicious Technorati Furl Yahoo_myweb Google_bmarks Windows_live Digg Newsvine MySocialBookmark Social Bookmark Script 

Supportaci





Aggiungi questo sito ai preferiti
Scegli come Homepage